Il Taiwan Europeo, l’altra faccia dell’isola

Vi sentite turbati da questo titolo? Non lo sarete mai quanto me di fronte a edifici così simili a quelli di casa mia immersi in un panorama tanto esotico. Per vedere un pò di questo Taiwan Europeo vi consiglio di prendere l’MRT linea rossa per Tamsui, località di mare e negozietti che vi regalerà delle perle davvero fuori contesto!

Un pò di storia
Nel XVII secolo la vecchia Europa, come penso saprete, iniziò ad aprirsi alla scoperta del mondo come lo conosciamo oggi. Grazie a Colombo ogni nazione voleva la sua personale fettina d’America. E quanto l’America era ormai esaurita si provarono altre vie. La Spagna fu la prima a colonizzare il Taiwan, e Tamsui divenne presto un importante porto per l’oriente. Il governo spagnolo però durò poco, subito spazzato via da quello Olandese. Grazie all’opera di spagnoli e olandesi insieme possiamo vedere a Tamsui il Fort San Domingo, detto anche Forte dei Capelli Rossi in quanto successivamente abitato dai coloni olandesi.

DSC_0138
Il Forte San Domingo deve la colorazione dei mattoni rossi ai coloni Inglesi.

DSC_0139
Zoccoli Olandesi a migliaia di km da casa!

 

DSC_0141
Gli interni sono arredati in puro stile occidentale

Ma non fu solo l’Olanda a governare il Taiwan, perché dopo il trattato di Pechino del secolo successivo il Taiwan passò nelle mani degli inglesi. Il Forte divenne sede del consolato inglese, rimanendo tale fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Ma la figura che più viene ammirata qui a Tamsui non è né quella di un grande condottiero né quella di un qualche governatore. Bensì quella di un missionario cattolico, George Leslie Mackay, fondatore del primo ospedale di medicina occidentale dell’intero Taiwan. Non solo, Mackay fondò anche l’Oxford College un università di stampo occidentale attiva tutt’oggi, seppur l’originale palazzo è stato inglobato nella più grande università Aletheia.

DSC_0150
Il vecchio Oxford College del Taiwan è davvero microscopico se paragonato al nuovo complesso dell’Aletheia
DSC_0128
Neanche Macklay scampa la sorte del superdeformed.

 

Macklay, seppur occidentale, in realtà nacque in Canada nel 1844, e come religioso fondò anche la prima chiesa presbiteriana di Formosa. Riuscì a convertire al cristianesimo alcuni autoctoni taiwanesi, le cui tribù ancora oggi sono rimaste cristiane.

La Chiesa intitolata a Macklay è di stampo chiaramente occidentale, e presenta persino una campana originale di York vecchia quasi 400 anni!

DSC_0133

DSC_0131Insomma, il Taiwan non sente solo l’influenza Cinese e Giapponese, ma anche quella Occidentale. Un pò come la Sicilia anche il Taiwan è un isola con origini multiculturali e una storia fatta di incontri di popoli e razze. E fa bene ad un Europeo come me che vive qui sentirsi ogni tanto un pò a casa.

 

 

Annunci

One thought on “Il Taiwan Europeo, l’altra faccia dell’isola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...