Guide e Itinerari

Finalmente Spagna: Alicante a zero budget!

Il mio primo approccio con la Spagna probabilmente è un po’ atipico, perché in barba a Barcellona e Madrid, finisco per approdare per la prima volta sulle coste di Alicante. L’aereo sorvola un paesaggio desertico, quasi siculo, e un cielo di un blu intenso e incredibile, di come non ne vedevo da tempo. Alicante è piccola, a misura d’uomo e di gamba. Tutta da percorrere a piedi, turisticamente si esaurisce in un giorno. Ma forse, dopo tante metropoli affollate e inquinate, un po’ di sabbia umida sotto i piedi era tutto ciò che cercavo.

I miei feedback spagnoli sono tutti positivi, si mangia bene, si spende poco, il mare è blu che più blu non si può. E poi la sorpresa: quasi tutto quello che ho visitato è stato gratuito. Come salire in cima al Castillo di Santa Barbara, che domina la cittadina, fortezza del IX secolo di origine mussulmana, che è possibile visitare nella sua interezza senza biglietto.

Arrivare in cima vi costerà una bella scarpinata!

Oltre ad ospitare diverse mostre temporanee, il castello offre dei punti panoramici spettacolari sulla città e sul mare, con una vista a 360° sulla baia che vi costringerà a scattare migliaia di foto.

E a proposito di luoghi estremamente fotogenici, affacciandovi dal castello sul lato occidentale, potrete scorgere una viuzza di case bianche e vasi fioriti. Si tratta del Casco Antiguo Santa Cruz, la città vecchia arroccata sulla collina, adorabile nelle sue case decorate con piastrelle valenciane e nei suoi minuscoli tapas bar nascosti nel labirintico intrico di vie.

Alcune delle vie del Barrio sono ancora zone residenziali!

Da qui è facile raggiungere la Concatedral de San Nicolás, della quale avrete sicuramente scorto la cupola azzurra nel panorama a volo d’uccello. Una chiesa seicentesca ricostruita sulle fondamenta di un’antica  moschea,  sicuramente maestosa, anche se internamente un po’ spoglia.

Sempre lasciandoci condizionare dal panorama, una delle parti che sicuramente vi affascinerà sarà la distesa blu del mare, con la sua lunga spiaggia sabbiosa.

Basta uno sguardo per sapere dove voler andare dopo!

Ora è il momento di raggiungerlo, lasciamoci la Concatedral alla nostra sinistra fino ad incontrare la Rambla Méndez Núñez, vialone ricco di negozi, café e ristoranti. Ripercorrendolo verso il mare ci si ritrova sulla celeberrima Esplanada de España, mezzo chilometro di vialone decorato da oltre sei milioni e mezzo di tessere in marmo in un mosaico ad onde bianche rosse e nere. Interessante per i flaneur che amano sorseggiare un caffè guardando la gente che passa, altrimenti resta giusto una via più colorata del solito.

Siamo ormai giunti al mare, qui potrete passeggiare tra le barche del porto e salire sul molo del Casinò di Alicante, per poi proseguire verso la Playa El Postiguet per mettere, finalmente, gli stanchi piedi a mollo. Le spiagge sono libere e dotate di docce gratuite per ripulirsi della sabbia.

Sfumature di blu degne di un quadro!

Consiglio: se siete dei tipi da mare, proseguendo verso El Campiello potrete trovare una spiaggia ancora più grande e invitante, la Playa Muchavista, che già vista solo dal tram mi ha fatto venir voglia di mollare tutto e fare un tuffo. Nonostante non avessi il costume con me (grave mancanza).

Alicante è un luogo piccolo, perfetto per una gita fuori porta o massimo per un week-end. Un luogo che dovreste considerare se vi trovate nei pressi della più grande e celebre Valencia, perché qui davvero, soprattutto in questa stagione, si respira aria di pace. Siete mai stati da queste parti?

 

Annunci

6 pensieri riguardo “Finalmente Spagna: Alicante a zero budget!”

  1. Sono stata anni fa nella vicina Valencia, ma Alicante mi manca e, a dirla tutta, non l’avevo mai granché considerata. E invece mi sa che anch’io quest’anno avrei bisogno di sentire un po’ di sabbia sotto i piedi e questa, in effetti, potrebbe essere una alternativa ad altre mete più blasonate e sicuramente più costose per un weekend mordi e fuggi😉
    Ti faccio tanti auguri di buona Pasqua, Laura, ciao ciao!

  2. Non ci sono mai stata e ammetto di aver sbirciato Google maps per capire bene in che punto della Spagna fosse 😉 Mi ispira tantissimo non solo per il fatto che sia a basso costo ma anche per le bellissime foto che hai fatto – e per il cibo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.