Risorse Low Cost per viaggiatori squattrinati

Risorse low cost per squattrinati

Ancora oggi mi si chiede come faccio ad essere spesso in viaggio lamentando povertà, dunque mi sono chiesta se i “trucchi” che uso per risparmiare non siano poi così scontati come io credo! Ecco perché ho deciso di riassumerli in questo articolo, dopo averlo letto “mi piacerebbe partire, ma non ho i soldi” non sarà più una frase che potrete pronunciare impunemente! 😉

Forma Mentis
Per viaggiare low cost bisogna avere un modo di pensare particolare, sembrerà una sciocchezza ma magari non è per tutti. Per prima cosa bisogna sacrificare il superfluo, ed il superfluo spesso corrisponde alle “comodità”. Questo “sacrificio” però non porterà solo ad un minore spreco di soldi, ma anche alla possibilità di conoscere qualcosa di nuovo, ad esempio i locali. Presto capirete a cosa mi riferisco! 😉

Trasporti – alla ricerca della soluzione più economica!
Premetto che per assicurarsi la soluzione più economica si deve necessariamente disporre di una flessibilità assoluta, che purtroppo non tutti i lavoratori/studenti hanno. Le compagnie aeree hanno a volte delle “offerte segrete” o limitate che permettono di volare a pochissimi spicci. Leggenda metropolitana? Vi assicuro di no, ho prenotato giusto quest’anno un volo Catania-Roma A/R a soli 7 euro! Avete letto bene, 7 euro!

Per non farsi scappare nessuna occasione conviene monitorare costantemente i siti specializzati (potete anche solo iscrivervi alle newsletter), e tra questi sicuramente il migliore è il celeberrimo vologratis.org, sempre attento alle offerte stracciate. Altro strumento fondamentale è sicuramente skyscanner, che con le sue opzioni di ricerca personalizzate può aiutarvi a districarvi tra la selva di compagnie aeree alla ricerca del prezzo più basso per il periodo da voi prescelto. E questo se vogliamo muoverci in aereo, ma non dimenticate che per certi tragitti a volte è più conveniente spostarsi su treno o bus (e qui in Europa la fanno da padrone i Flixbus e i Megabus, dei quali ho parlato qui). Il viaggio diventerà più lungo, è vero, ma sarò sincera il treno è il mio mezzo di trasporto preferito in assoluto, ti permette di godere al meglio dei paesaggi, di fare conoscenza e di sgranchirti le gambe senza troppi problemi. E il bus è il mezzo più economico di cui potrete usufruire quando non avete a disposizione più alcun biglietto su altri mezzi.
Per piccoli spostamenti abbiamo inoltre il car sharing, il più famoso BlaBlaCar, ma ammetto di non aver mai provato questa opzione, dunque non mi sbottonerò a riguardo.

Albergo? NO, GRAZIE!
Da quando ho iniziato a viaggiare per conto mio scanso spesso questa soluzione di alloggio, che sicuramente è la più comoda ma anche la più cara! Ma non solo, è anche la più fredda. Pensateci, arrivate in un hotel 4 stelle, fate lì colazione, uscite per esplorare e rientrate per il pranzo, scandendo la vostra vacanza tra un pasto e l’altro, dormendo in camera con la vostra famiglia. Molto rilassante, per carità, ma mi sento ancora troppo giovane per volermi chiudere in hotel. Saranno più scomodi ma gli ostelli, invece, spesso incentivano la conoscenza degli altri ospiti, nelle aree comuni o semplicemente nelle camerate. E non credete che non ce ne siano di “lusso”, con tutti i servizi e pasti inclusi. L’idea dell’ostello è spesso quella di un luogo sporco e frequentato da cattiva gente, ma vi assicuro che è un mero stereotipo. Che a volte possiate incontrare qualche inquilino brillo non è un segreto, ma ci sono posti davvero moderni, puliti, ligi alle regole e con uno staff pronto ad aiutare. In ogni caso, se volete decidere tra un ostello, un b&b o un albergo io uso sempre booking.com, che non solo non mi ha mai deluso ma che spesso ha delle offerte speciali che permettono di prenotare un alloggio a prezzo scontato! Se siete indecisi sul “dove” andare, come per skyscanner anche booking.com ha il suo servizio trova offerte, che vi permette di organizzare la vacanza in base al budget, e non viceversa!

Altro strumento meraviglioso è Airbnb, dove i locali aprono la propria casa, trasformandola in un b&b! Dunque non solo i prezzi saranno inferiori, ma avrete anche la possibilità di entrare in una “famiglia” del posto, che può darvi delle dritte su cosa vedere o semplicemente fare una chiaccherata più personale. Inoltre con Airbnb ho sempre trovato dei bellissimi appartamenti ben arredati e sicuramente più “vivi” che quelli asettici di un hotel.

Dulcis infundo, se NON volete proprio spendere soldi per alloggiare non potete che registrarvi su Couchsurfing, sito dove i locali aprono la propria casa ma gratuitamente. A tal proposito state molto attenti ai feedback e al profilo del potenziale host, per assicurarvi di non cadere trappola di…cattive intenzioni!

Pensione completa in cambio di un po’ di olio di gomito
Per finire, se invece che una vacanza volete fare un vero e proprio VIAGGIO, ci sono molti progetti che vi permettono di partire quasi gratuitamente, barattando il vostro lavoro con vitto, alloggio e spesso anche biglietti aerei. Ho già parlato di Workaway in questo articolo, un’altra soluzione è il Servizio di Volontariato Europeo, che vi permette di passare un periodo di 6-12 mesi all’estero, tutto spesato, in un progetto di volontariato di varia natura (educazione – sostenibilità – salvaguardia ambientale e così via). Se non avete a disposizione tutto quel tempo ci sono i Training Course, sempre nel progetto SVE e Erasmus+, di durata 7-8 giorni ma con le stesse modalità.
Altre associazioni organizzano progetti di volontariato dietro pagamento di una Fee (come Aiesec, per dirne una), dunque dovete particolarmente stare attenti al vostro budget totale per scegliere l’opzione per voi più conveniente!

 

E questo è tutto quello che so/ho provato/sto provando per cercare di far “quadrare i conti” e non privarmi dell’amore per la scoperta! E ricordate che qualunque sarà la spesa finale, nulla potrà arricchirvi davvero come un viaggio: non c’è da pensarci, spendete quei risparmi che non vi servono realmente in qualcosa di bello!

Annunci

8 thoughts on “Risorse Low Cost per viaggiatori squattrinati

    1. Tra l’altro Workaway è uno delle poche tipologie di questo metodo di viaggio dov’è facile partire in coppia, usala come altra motivazione ad avvalorare la tua opera di convincimento! ;D

  1. Airbnb è una soluzione che ho sperimentato e spesso trovi alloggi, certamente più “caldi” di una camera d’albergo e spesso in luoghi centrali a una frazione del costo dell’albergo. Una soluzione perfetta per una famiglia, che ha a disposizione anche un intero appartamento. Trovo intelligente anche il sistema di recensione: prima recensisce l’ospite e solo in seguito può recensire l’ospitato; in questo modo si evitano recensioni “fake” di gente che non c’è mai stata.

    1. Assolutamente d’accordo, e anche il sistema di pagamento mediato dal sito è abbastanza sicuro, anche in caso di “problematiche” non ho mai sentito racconti diretti di persone non rimborsate! 🙂

  2. La cosa bella dei viaggi low cost è che si adattano spesso ad ogni tipo di viaggiatore. Bisogna solo trovare la maniera che più si addice a noi. Ovviamente, noi blogger, abbiamo un potenziale in più 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...